GNOCCAFORUM.biz

Seguici su Twitter
Motore Ricerca Escort


motore ricerca annunci escort Virtual Reality Love The Game
Porno Realta Virtuale Trans
Porno Realta Virtuale
gnocca forum telegram

GnoccaforumLa prima e ultima volta su un set diverso

(Letto 2148 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore visualizzano questa rece.

Offline pueblo1950

Per via del mio mestiere, ero a contatto con registi e case di produzione molto spesso.
Un giorno parlando del più e del meno a riguardo di una scena dello spot con il tecnico delle luci, si entra nel discorso figa a causa della tremenda gnoccolona protagonista nella vasca e del bagnoschiuma relativo.
-Ma te lo hai mai visto un set hard?
-No davvero Pino, poi non saprei nemmeno come fare vederlo senza essere accreditato. Ma mi piacerebbe.
-Guarda che non è come qui, comunque ti accredito io, venerdi sera hai da fare? Dai ti passo a prendere per le 21.
-Ma come, te fai il tecnico delle luci anche nell’hard?
-Eccerto, non si guadagna moltissimo come anni fa ma si arrotonda il mensile e tutto fa.
-Oh… ma come mi devo vestire, anonimo, di nero per non essere notato, come?
-Cazzo c’entra il vestire, vieni come ti pare, mica sono cosi formali da quelle parti…ehehehh!
-Vabbò, allora ci vengo volentieri ma…e senti…ma se tira il cazzo durante la scena? Che si fa?
-Non ti tira tranquillo, te ne accorgerai.
Lascio il set del bagnoschiuma con la mente al set hard, come sarà? Funziona come quelli degli spot? Che gente troverò a parte pornostar casalinghe & Co.o meno? Mi posso fidare o arrivano gli sbirri? Pensieri, pensieri manco dovessi andare a fare un esame. Baaaa…libero la mente e mi viene voglia di un pompino, andiamo alla ricerca va…
E trovo chi potrebbe andar bene ed è veramente brava, è un po tardi, solo le 23 e non so se mi riceverà.
Chiamo e sento come butta.
Andrea è libera anche se stava per andare a letto, lei ci sa veramente fare.
Ero parecchio eccitato dal pensiero molesto del set hard che di sicuro non sarei durato a lungo.
Raggiungo casa sua, la chiamo, mi apre e salgo.
Mi apre e vedo Andrea in piagiamino, stava proprio per coricarsi ma il vil denaro vince sempre.
-Allora come stai? E’ molto che non ci si vede.
-Cara Andrea son tempi difficili ma tu non risenti di questa recessione?
-Poco, il cinquantino almeno per una pompa lo trovano tutti, anche i disoccupati.
Magari in famiglia manca qualcosa ma non è questo il problema.
-Io non ho famiglia, senti si sta qui o posso mettermi sul divano?
-Ok facciamo sta pompa e poi me ne vado aletto.
Mi abbasso i pantaloni, i boxer e mi siedo: lei non sicompone, non si toglie nulla del pigiamino ma a me non interessa. E comincia.
E’ brava, cazzo se è brava, non va solo su e giù con la bocca ma lecca, strizza, stuzzica anche i gemelli, sembrerebbe che le piace ma so che non è cosi, ha affinato la tecnica per far prima. Tutto qui.
Me ne vado che è quasi l’una, mentre prendo l’ascensore ritorno con la mente al set hard e a cosa mi aspetta.
Non che sia preoccupato se qualcuno mi vede, bazzicando l’ambiente delle produzioni ci sta che altri arrotondino come Pino, qualche macchinista, tecnico del suono, truccatrici etc ma chi se ne frega mica debbo giustificare qualcosa a qualcuno e poi al limite i colleghi proveranno solo un filo di invidia.
E’ arrivato venerdi, sono un po nervoso e anche eccitato: chissà se vedrò qualche pornostar di quelle che mi piacciono, la xxxxx forse. Seeee sto viaggiando con la fantasia e in quel mentre suona il citofono. Sono le nove e un quarto.
-Sono Pino, scendi? Sono un po in ritardo, dai vola.
Scendo le scale a quattro a quattro.
In auto Pino guida come un matto d'altronde la macchina glielo permette.
Usciamo dalla città e arriviamo in un cascinale ben tenuto, anzi fichissimo con piscina, parco e cavalli che girano liberi.
Chiaramente è una location affittata, bel posto.
Entriamo da quella che una volta doveva essere una stalla e che ora sembra l’hall di un hotel di lusso, un kitsch da arricchiti che stona con l’esterno mantenuto casale rustico.
Vedo subito due ragazze giovanissime in slip e maglietta che stanno ravanando in un borsone, dietro di loro in fondo alla sala macchinari, tecnici, maestranze, matasse di cavi a km proprio come di solito vedo in altri set.
C’è un tale che urla qualcosa in inglese, non capisco e Pino mi dice che è il regista.
Un panzone con barba che sembra unta e sporca, pantaloni rotti e sudici, camicia aperta a mostrar la panza,pensavo fosse un magazziniere ma evidentemente l’abito non fa il monaco come si suol dire.
-E quello è il regista? Ma n’do mai portato a vedere come si gira un film porno di serie Z?
-No caro semmai di serie A, te ne accorgerai, quello è il famosissimo George the gypsy ovvero Giorgio lo zingaro, è australiano. E tutti lo temono, è molto potente nel settore. Non si muove foglia se George non voglia.
-A me pare un buzzacchione, staremo a vedere.
Urla di qua e ordini di la e seduto dietro alla macchina da presa comincia a dirigere.
Una delle ragazze, a me paiono delle ragazzine ma Pino mi dice che sono maggiorenni e lo fanno solo per soldi, si sdraia lasciva su un divano, ha due tettine da paura sembra le abbia disegnate il canova, ha ancora gli slip un po trasparenti e si capisce che è depilata, peccato
Nessuno mi ha filato, sembra faccia parte della mobilia e nessuno di fatto si preoccupa di chiedere chi sono, probabilmente entrato con Pino si pensa faccia parte della troupe.
Ciak si gira, Il casale scena 1.
Sta scendendo da una scala da in fondo alla sala un tipo ben messo, fisicato, già col cazzo ritto ed evidentemente la fluffer ha fatto il suo lavoro.
L’altra bimba, anche lei con tette al vento, una bella quarta che sfida la forza di gravità, gli va incontro, lo ferma sull’ultimo gradino e comincia a fargli un pompino ad arte, è brava cribbio e il tipo se la gode alla grande prendendogli la testa e spingendo il cazzo con forza.
A sto punto l’altra si alza e si posiziona anche lei accanto alla collega e leccano tutto quel che possono, una dietro e l’altra davanti.
La scena non è male e George sembra non abbia nulla da ridire e io che pensavo di eccitarmi, con tutta quella gente intorno mi inibisco.
Pof!!!
Salta una luce, capita, Pino si precipita al riflettore per capire che può essere successo.
Gypsy bestemmia e sbraita. Cosa dica non lo so saranno improperi australiani.
Il tipo a perso un po di erezione, pare sia al suo secondo film ed è un po impacciato.
Le ragazzine si danno da fare, lo hanno portato sul divano e una gli mette la figa in faccia mentre l’altra agisce in altro modo.
Una figa bellissima, piccola e fatta ammodo.
Le cose non vanno, il cazzo rimane moscetto, George è incazzato come una mina.
Gente che corre di qua e di la, forse sono le luci troppo vicine? Forse è troppo caldo? La truccatrice si precipita dalle ragazze a rifare un po di maquillage che
sembrano un po in difficoltà.
Il tipo a sto punto è fottuto, non riesce ad avere un erezione soddisfacente.
Tutta la troupe lo guarda, è imbarazzante.
La sto facendo breve ma il tutto è durato un paio di ore ed è veramente na rottura di palle.
-Pino ma è sempre così?
-A volte si, succede ad attori non professionisti e allora sono verze amare. La produzione ha investito tempo e denaro e non è molto contenta quando accade ma sono eventi che possono capitare.
-Ho capì e ora che fa? A parte vedere due belle figliole nude mi pare che al momento non ci sia altro.
-Aspetta e vedrai.
Vabbè aspetto.
Il tipo scompare e le aspiranti pornostar confabulano tra loro sul divano con la truccatrice.
Gypsy è al telefono e ha già fatto una decina di chiamate.
Dichiara pausa per un’oretta, il tempo che arrivi il sostituto.
Noi si va in cucina a bere un caffè, una cucina da paura stile country.
Sul bancone vicino al microonde sta seduta una tipa anonima senza mutande con maglietta stile canotta, gli escono le tette dai lati, parla al telefono.
-E’ la fluffer- mi dice Pino
Ah però mica male. Pensavo le fluffer fossero dei roiti e invece…
Mentre beviamo il caffè arriva il nuovo attore, un truzzo mai visto.
Capelli lunghi, barba e baffi ma curati e un fisico da culturista, di fondo un bell’uomo, all’apparenza sembra saper il fatto suo da come si muove sul set.
Confabula con Gypsy in un angolo.
A un certo punto si stacca dal regista, acchiappa per i capelli la prima ragazza che gli capita per le mani, si sbottona i pantaloni e gli caccia il cazzo in bocca.
Lei un po contrariata ma mister potenza le dice qualcosa in inglese e lei subito abbozza.
Non mi ero accorto che la macchina da presa stava girando, evidentemente il truzzo si era messo d’accordo con il principale su cosa fare.
L’altra ragazza guarda sembra un po intimorita dalla presenza piuttosto importante del ciccio del truzzo.
Il tizio affonda sempre di più il cazzo in bocca della tipa e gli da di brutto in DT, sembra indemoniato, lei ha le lacrime agli occhi e conati di vomito ma non demorde anche perche Gypsy sembra redarguirla in inglese.
E viene con una sborrata clamorosa che la ragazza quasi non riesce a contenere e che la impesta in bocca, faccia, capelli e tette.
- Ok now I'm ready to shoot the scene, I had to get ready.
Dice il truzzo, George batte le mani e da lo stop macchina.
Evidentemente la sua preparazione era questa, una bella sbroffata prima di tenere il ritmo.
Ma non mi piace il tutto, troppo lento, prove su prove, trucca e ritocca, improperi del regista a tutti, c’è un’aria tesa e nervosa in tutti.
E’ davvero questo un set hard? Che pena non me lo aspettavo davvero.
-Te l’avevo detto che non ti saresti eccitato
-E come fai ad eccitarti co sto casino, non c’è per nulla un’ambiente sereno e rilassato come pensavo
-E che voi fa, non è sempre cosi, dipende da tante cose e soprattutto da chi conduce la troupe e George è sopra le righe ma fa cassa e quindi la produzione lo scrittura spesso, pensa agli attori come si sentono
-Come facciano non so ma penso che essendo dei professionisti sappiano stare al gioco, esattamente come accade su un set normale
-Se vuoi te ne puoi andare, c’è Michael che va in città per delle spese se vuoi chiedo se ti accompagna
-Si grazie, meglio
Me ne vado un po deluso da quanto ho visto, di erotico non c’è nulla, sarà come dice a causa del regista, sarà perché pensavo ad un ambiente diverso, sarà…
Sarà che me ne vado, deluso.

Giugno 1997, provincia di Pavia

EscortDirectory

Offline The ass breaker

Dalla descrizione il secondo attore sembra essere venuto piuttosto rapidamente pur essendo un professionista. In realtà è durato parecchio il pompino?

Che l'ambiente pornografico sia squallido non credo ci siano grossi problemi a riconoscerlo: basti vedere che rincoglionita è la maggior parte delle attrici italiane.

E pensa che la tua esperienza risale al 97, dove sicuramente le produzioni erano molto più ricche delle attuali. Ora abbiamo Woodman, il panzone francese, che si scopa delle ungheresi senza arte né parte in camere di hotel.

 




Contattaci a questo indirizzo email: admin@gnoccaforum.biz



XHTML -- RSS -- WAP2 -- SITEMAP