GNOCCAFORUM.biz

Seguici su Twitter
Motore Ricerca Escort


Virtual Reality Amateur Porn NubileFilms
Porno Realta Virtuale
Porno Realta Virtuale Love The Game
Porno Realta Virtuale Love The Game

PRIMA ESPERIENZA DOPO MESI DI INATTIVITA' FORZOSA  (Letto 4192 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore visualizzano questo topic.

Offline fantozzi.ugo

Considerati i miei lunghi mesi di astinenza forzosa, le palle che scoppiano e la voglia che incalzava, sinceramente indeciso su dove puntare lo sguardo e direzionare il missile terra-aria-gnocca, ( Simona, Anna di Dalmine, la tardona della Val Seriana o qualche new entry) dopo attenta valutazione ho deciso di rivolgermi a Perla, la mia amica di colore del centramerica, che per me è sempre stata una certezza, anche se da un po di tempo so che lavora solo con gli aficionados e non compone più da molto tempo annunci .
Contattata al suo recapito, mi risponde riconoscendomi dal numero di telefono .
Convenevoli a parte mi dice di raggiungerla nella sua nuova location che si trova dalle parti di Via S. Alessandro bassa.
Di lei avevo in passato fatto una recensione, dove ricordavo le vicissitudini di una serata passata insieme in un lounge bar. Lei non è il tipo che passa inosservata, sia per il colore della pelle, sia perché non è male d’aspetto, sia perché malgrado i suoi 50 ha un fisico eccezionale e ben carrozzato, snello, sodo, con le curve al punto giusto, sia perché quando si veste lo fa in modo del tutto inusuale, esuberante, e si fa notare ovunque vada.
Mi accingo dunque a raggiungerla, ma prima di andare da lei passo da un fiorista per donarle un presente floreale, per poi ricordarmi della sua passione per i liquori, per cui mi accingo ad acquistare anche una bottiglia del suo preferito.
Giunto a destinazione, suono, salgo e la raggiungo nella sua nuova location.
Mi apre praticamente nuda sul ballatoio, con un paio di saldali trasparenti tacco 13 e così come mamma l’ha fatta mi si butta al collo salutandomi , abbracciandomi e uscendo dall’uscio di casa fin sul balcone, mostrandosi agli occhi della gente sottostante così com’è tutta biotta.
Imbarazzato (soltanto io) la spingo all’interno e subito noto: 1- il senso di disordine che presenta quel luogo,- 2 - il bicchiere di vino che ha in mano – 3 - le bottiglie di vino vuote ovunque, - 4 – una sigaretta di mariagiovanna accesa nel portacenere – 5 il suo alito ignobile di sigaretta misto a vomito di vino e altro disgustoso e non identificato .
Non è la donna che ho sempre conosciuto, anche se lei non sembra dar peso al suo stato e anzi si dimostra vivace, espansiva come sempre e cerca continuamente di baciarmi sulle labbra.
Parliamo del più e del meno, mi chiede del mio lavoro all’estero e io le chiedo di come vive, dato il disordine, a cui lei sembra non far caso . Mi accarezza, mi tocca e mi dice che le ispiro una scopata, ma il clima del luogo mi frena il desiderio e malgrado i sei mesi di digiuno sento venir meno la voglia latente.
Per di più, per meglio predisporre la sua bocca al bacio, cosa che ella mi esprime direttamente esternandolo, trangugia bicchieri di vino , alternando i sorsi alle boccate di quel fumo da paradiso artificiale.
Un disgusto !
In procinto quasi di salutarla, togliendomi da quell’impaccio, suona il campanello. Oddio penso, vuoi vedere che è un suo vecchio aficionado ?
Invece no, si tratta di una sua amica centramericana come lei, che è venuta a trovarla. A questo punto non so se fermarmi o se attendere nuovi sviluppi, ma è lei che mi ferma e mi dice che mi vuol far conoscere la sua amica.
E’ così che entra questa ragazza di 40anni , mulatta cubana, con un bel viso, capelli lunghi a coda di cavallo su un fisico snello, con due meloni da terza che si spingono fuori da quel corpo così apparentemente esile. Rimango letteralmente a bocca aperta che stento quasi a salutarla; di questo la mia amica se ne accorge e ride di gusto, coinvolgendo in quell’ilarità anche l’amica, che mi tende la mano ridendo anch’essa e mostrando i suoi 32 denti bianchissimi.
Prosegue un momento di dialogo tra le due, che hanno molte cose (insensate per me) da raccontarsi ; una che non si è scomposta ed è restata nuda come mi ha accolto e l’altra vestita elegante con una gonna sopra il ginocchio e una scollatura evidente da cui il seno sembra voler fuoriuscire .
Le due parlano e parlano e se la ridono e sembrano quasi essersi dimenticate di me che sono pur sempre presente e che non riesco a togliere gli occhi di dosso ad entrambe. Adesso il disordine e la modalità trasandata della mia amica sono in secondo piano e la fantasia sulle due incalza. La mia amica, che mi conosce bene da anni, se ne accorge e rincara la dose della mia eccitazione, prima accarezzando la sua amica, e baciandola poi. Sapevo di un suo passato lesbo, ma credevo che fosse acqua passata e invece scopro che tra le due esiste non solo un legame di semplice amicizia.
D’un tratto la mia amica mi si avvicina e invita l’altra a fare altrettanto.
Mi trovo dunque seduto su quel divanetto pulcioso in mezzo a queste due milf, l’una di colore e l’altra mulatta, che riprendono a parlare come se non esistessi, ma questa volta toccandomi di tanto in tanto a guisa di ischerzo.
A quel gioco perverso non resisto più di tanto e, col cazzo duro come il marmo che realmente mi fa male, mi accingo anch’io a toccare entrambe , una sulle sue nudità e l’altra attraverso i vestiti.
Non ci vuol molto che mi ritrovo coi calzoni abbassati e con due bocche avide che avviluppano il mio cazzo, alternandosi l’una all’altra, per poi convergere assieme in un gioco lesbico di lingue che si cercano e che si susseguono nel ritmo forsennato di leccate, succhiate e ingoiate del mio membro semplicemente infoiato.
La visione è paradisiaca e, dimentico di quell’alito ignobile, mi ritrovo a limonare prima una, mentre l’altra ciuccia e poi l’altra quando smette il suo turno, fino a incontrare entrambe le lingue in un leccarello a tre, che mi fa confondere la mente e intorpidire i sensi.
Non duro molto che inondo quei due volti, mentre con le lingue leccano all’unisono l’asta, che via via si copre di calda crema, che scivola copiosa a rivoli lungo le loro guance e le loro labbra.
Normalmente dopo il primo colpo ci vuole molto tempo per poter sparare il secondo, ma la lunga assenza dal mondo del sesso reale e quelle presenze così eccitanti mi rialzano nuovamente la voglia.
Pertanto, indossata la protezione, mi direziono verso il rai 1 della mia amica e , in posizione missionaria, inizio a pomparla e pompo e pompo come un forsennato godendo la vista di quelle tette nere che sobbalzano ad ogni mia stantuffata .
Mentre mi trovo in quella posizione, mi si avvicina alle spalle l’altra che, toltasi gli indumenti, si avvinghia a me strusciando i suoi turgidi meloni sulla mia schiena sudata.
Estratto il membro dalla mia amica, mi giro per occuparmi dell’altra, quando vedo finalmente il suo corpo nudo nella sua integrità, con le sue splendide tette tornite da due cepezzoli turgidi, appuntiti, con splendide aureole talmente grandi da occupare i tre quarti del seno.
Rimango esterrefatto da tanta beltà e dalla realizzazione del lungo sogno di poter vedere e usare siffatti seni così torniti e decorati .
Mi avvento dunque su questi seni e suggo avidamente da quei capezzoli che al contatto con la mia lingua si irrigidiscono, facendo gemere di piacere entrambi, per poi occuparmi parte della lingua di questa ragazza e parte della sua yoni, che si rivela succosa e mielosa, con un grilletto pronunciato, tanto da sembrare un cazzetto adolescenziale in tiro.
Il passo successivo è inaspettato, magistralmente diretto dalla mia amica che , giratasi a novanta invita l’altra a fare altrettanto accanto a lei.
Ciò che segue è l’apice della perversione e del piacere. L’invito a possedere entrambe in rai 2 in alternanza è seguito da una buona lubrificata e, di buon grado, dalla mia iniziativa.
Cambiata protezione, direziono il membro verso il retro dell’amica introducendolo a fondo in quel pertugio, che non si rivela affatto stretto. Bastano poche stantuffate in quel canale per convincere l’altra a voler saggiare anch’essa i piaceri del retro gusto, che si rivelerà ancor meglio collaudato del primo.
Non so spiegarvi a parole le sensazioni provate… sen’altro meglio di un film porno, poichè reale. Trovarsi col cazzo nel culo di una a pecora, mentre con una mano si toccano le tette dell’altra e mentre ancora tra le due prosegue un gioco lesbico di lingue e di toccate, per poi estrarre l’asta gocciolante di umori perversi e proseguire il gioco nel culo dell’altra.
La mente razionale avrebbe voluto ch’io venissi ancora in bocca ad entrambe, ma la mente sensibile, sovreccitata da quel giuoco, mi ha costretto a sparare una seconda ondata di crema in quel secondo canale che, avidamente, ha accolto ogni getto, giustamente raccolto nel serbatoio del gommino.
Il riposo del guerriero è stato contornato dal film di quelle due bocche che, anche dopo l’amplesso, si sono cercate e, a lungo, incontrate giocando in intrecci di lingue e di toccate intime.
Rivestito, prima di recarmi all’uscio e salutare con un bacio entrambe, chiedo il contributo di tale disturbo. La risposta è stata di 8 VU, cosa che mi ha procurato un duro sobbalzo allo stomaco.
La breve trattativa che ha avuto seguito ha permesso di accogliere un ribasso della metà, (4VU) che pur non indifferente per lo scrivente, è stata versata di buon grado, poiché l’esperienza ha lasciato quel senso di appagamento e di gioia che è stata come la realizzazione di un sogno durato mesi.
Mi rendo conto che questo racconto (reale e non di fantasia) potrà ispirare le vostre menti, ma non sarà purtroppo ripetibile per terze persone, in quanto la mia amica, come detto all’inizio, non gioca più con estranei ma soltanto con le vecchie e collaudate conoscenze.
Ciònonostante credo che potrà farvi comunque piacere la lettura, in attesa che possano compiersi altre avventure più facilmente ripetibili per altri.
Grazie di aver avuto la pazienza di leggermi.
Rag. Fantozzi.

Offline senator

Bentornato Rag. Complimento per la rece. K+ da parte mia

Offline Assdream

Come sempre una rece,che e' come un romanzo,complimenti ragioniere. K+
Certamente Visto come era partita la serata,il fatto di essersi trovato soprattutto la seconda sorpresa ha certamente ripagato la Tua astinenza.

Offline io_adoro_le tettone

complimenti caro ragioniere,, mi inchino alla tua abilità narrativa.. davvero una recensione entusiasmante che mi sono letto tutto di un fiato,, anche a me qualche mese fa è successo una cosa del genere come a te, non proprio cosi appagante.. ma comunque da film con attrici black,, i miei rispettosi OSSEQUI !!

Offline fantozzi.ugo

complimenti caro ragioniere,, mi inchino alla tua abilità narrativa.. davvero una recensione entusiasmante che mi sono letto tutto di un fiato,, anche a me qualche mese fa è successo una cosa del genere come a te, non proprio cosi appagante.. ma comunque da film con attrici black,, i miei rispettosi OSSEQUI !!
Grazie a te e a tutti .

Offline Degustibus

Fantastica esperienza e meravigliosa narrazione! La tua astinenza è stata giustamente ben ripagata e ne sono assai lieto.
Grazie per l'ennesima perla (volutamente minuscolo XD)

Offline City Hunter

Come sempre sei un dei migliori.
K+

 




Contattaci a questo indirizzo email: admin@gnoccaforum.biz



XHTML -- RSS -- WAP2 -- SITEMAP