GNOCCAFORUM.biz

Seguici su Twitter
Motore Ricerca Escort


Millerotici Annunci escort
Annunci Millerotici
Annunci escort ItaliaGuardami

Una Sco...ta fuori dal comune  (Letto 136 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline frida

Una Sco...ta fuori dal comune
   2021 Settembre 13, 10:35:13 am
E' una bella serata di fine estate e sono fuori con una ragazza mora molto carina, la serata sta andando bene, e' da qualche minuto guardo la sua maglia di pizzo nera con quel vedo/non vedo... vedo i suoi seni e la mia l'immaginazione inizia a correre...

Sento che la voglio, ma non è ancora il momento.

Cosi' ci troviamo, quasi per caso su una panchina isolata in un parco in centro citta', panchina illuminata solo dal bagliore della luna; erano le 11.

Ora la voglia e' tanta, ci lasciamo andare a un bacio caldo e intenso che profuma quasi per caso di Amaro del capo un digestivo che lei quasi maliziosamente aveva chiesto al cameriere del bar vicino l'angolo con l'unica opzione che venisse versato in un bicchiere di plastica con un solo cubetto di ghiaccio...

Mentre la sua lingua si fa strada nella mia bocca, sento che sto andando in fiamme, e mentre lei quasi senza rendermi contro si toglie le mutande inizia a ribollire ...era calda quasi bollette non aspettava altro che le mie mani iniziassero a toccarla , cosi d'impeto inizia quel malizioso giochetto che lei neanche si aspettata "il mordi e fuggi o meglio toccata e via... vedevo nei suoi occhi la voglia di saltarmi addosso...

Alla fine cedetti iniziai a toccarla la sua passerina era gia' tutta umida, in un secondo ritrovai le mie mani dentro con le sue appoggiate a come a dire non toglierle...

Iniziai a masturbarla quasi a ritmo costante il suo sospiro mi faceva impazzire i suoi gemiti nel mio orecchio stavano quasi per farmi venire senza essere toccato...mi piaceva sentirla avrei passato ore a sentire quei gemiti, "ah ... si .. non ti fermare..." una sensazione fuori dal comune.

Continuai cosi per quasi 10 minuti, il mio polso nonostante il ritmo reggeva ancora, le miei dite sembravano impazzite , il suo clitoride era rigido ma vedevo che lei non era ancora pronta per venire, voleva ancora godere...

Si muoveva incessantemente da notare le sua minigonna era diventata invisibile era tutta su ,le sue gambe tutte spalancate e si è arrivato il momento, venne cosi forte che mi tenne per quasi un minuto le mie mani dentro, sentii una serie di scosse avvolgere la mia mano la guardai in faccia e vidi il suo viso sereno soddisfatto come una bambina alla fine del suo gelato, mi sentivo bene, ero anche soddisfatto del mio operato... lei mi disse a bassa voce nell'orecchio "voglio farti venire"

Io non ci misi un secondo a prenderla da dietro e appoggiarla sulla panchina con la faccia rivolta verso la luna, inizia a penetrarla quasi come se non ci fosse un domani, entrare ed uscire vedevo che lei lo voleva mi teneva stretto per i fianchi con forza come a dire non fermarti...

Continuai per un po', era volata un'ora dall'arrivo in questo parchetto ma con lei il tempo vola non è mai abbastanza mi chiesi tra me e me...

Alla fine la misi in piedi posizione in bilico tra il cadere e rafforzare il baricentro dei suoi addominali, la stringevo cosi forte che dopo poco venni anch'io.

Non mi lascio uscire finche' le mie contrazioni cessarono...

Alla fine ci guardammo in faccia e ridemmo... farlo in un parco come due 20enni non era da noi, pero' l'attrazione era molto intensa... quando ci si conosce si sperimenta e forse si conoscono lati del caratteri che nella vita non è semplice tirare fuori...

E' stata una scopata c'era niente di romantico, ma a volte non serve il romanticismo se a farlo sei con chi vuoi essere in quel momento e con chi ti trasmette un po' di serenita' e senso di leggerezza:)
Attenti ragazzi i parchetti a volte non sono sempre vuoti si celano strane presenze tra gli alberi: controllare sempre prima di sperimentare :)